Siamo ciò che beviamo!

Per rimanere sani e in buona salute è essenziale bere, e in abbondanza, della buona acqua.

Benché l’acqua sia fondamentale per la nostra vita e il nostro benessere, negli ultimi 50 anni si è assistito ad un graduale e purtroppo inarrestabile depauperamento qualitativo, che in questo decennio è addirittura peggiorato drammaticamente. Un’acqua di bassa qualità può provocare malesseri, spossatezza, piccoli disturbi digestivi e a volte anche malattie più o meno serie.

I nostri corpi sono costituiti per il 70% di acqua che deve essere continuamente rimpiazzata, per eliminare le tossine e idratare adeguatamente i 75 trilioni di cellule che ci compongono e che a loro volta contengono da 38 a 49 litri d’acqua. Ad esempio, i muscoli incluso il cuore sono costituiti di acqua per il 75%, il cervello e i reni lo sono per l’83%, i polmoni lo sono per l’86%, il sangue lo è per il 94% e gli occhi lo sono per il 95%.

Ma tutte le acque sono...buone?

Il corpo richiede di essere idratato e l’idratazione è essenziale per aiutarlo a mantenere un giusto equilibrio interno per una salute ottimale. Idratare le cellule e lavare via le tossine e l’acidità nel nostro corpo con Acqua Alcalina è la prima e la migliore cosa da fare per mantenerci in ottima salute e prenderci cura del nostro corpo consapevolmente.

Siamo letteralmente ciò che beviamo. Se beviamo acqua con un pH più acido, saremo più acidi, se beviamo acqua con un pH più alcalino, saremo più alcalini, quindi banalmente una corretta idratazione non è poi cosi banale. Un’appropriata idratazione conserva tutte le vostre cellule sane ed il pH in equilibrio, in maniera che il vostro corpo possa mantenersi sano.

Quasi tutta l’acqua di cui possiamo facilmente usufruire oggi è un’acqua a pH acido e per questo motivo, se bevuta abitualmente, contribuirà ad acidificare le cellule del corpo non potendo quindi aiutare l’organismo ad eliminare ed espellere le tossine. L’acqua alcalina, invece, neutralizza i residui acidi accumulati per effetto dell’alimentazione e del metabolismo e, se consumata regolarmente in associazione con una buona dieta, aiuta le cellule a rimuove delicatamente le tossine e gli acidi dal corpo.

Praticamente, è ragionevole presumere che la grandissima maggioranza delle acque disponibili, inclusa la maggior parte di quelle imbottigliate, quelle trattate con l’osmosi inversa o con altri sistemi contengano degli agenti contaminanti e soprattutto un pH acido.

Che fare?
Dobbiamo bere acqua più salubre.

È raccomandato bere acqua che abbia almeno pH di 9,5 (per coloro che hanno gravi condizioni di salute, si può arrivare fino ad un pH che può variare fra 11,5 e 12,5). Gran parte delle acque di rubinetto ed imbottigliate, tuttavia, non arrivano neanche al pH neutro di 7. Se si beve acqua con un pH acido, l’organismo si troverà costretto a prelevare dalle riserve corporee sostanze alcaline per neutralizzarla, fino a che, tali riserve saranno sempre meno disponibili per supportare qualsiasi altra azione alcalinizzante. Ciò costituisce un problema quando la sostanza prelevata è ad esempio il calcio che è preposto al rafforzamento delle ossa.

Quando invece, si beve acqua alcalina, questa sarà utile all’organismo per espellere gli acidi dai tessuti ed inoltre, i microrganismi nocivi non possono sopravvivere in un ambiente alimentato da acqua alcalina e questo , come vedremo più avanti, è dovuto alla grande capacità “ossido riduttiva” di un’acqua a pH basico . In aggiunta, l’acqua alcalina può contenere i minerali alcalini che servono al corpo come ad esempio il calcio, il magnesio e il potassio. Si tratta, di fatto, del tipo di di rifornimento ideale per approvvigionare l’organismo di questi minerali: sciolti in un acqua alcalina, sono nella migliore condizione per essere assimilati dalle cellule del corpo.

Come funziona l’acqua Neptune®?

neptune®, la nostra soluzione all’acidosi metabolica.

Per un buono stato di salute, l’acqua che beviamo deve essere “energizzata”, ossia satura di elettroni. L’acqua neptune®, è altamente carica e piena di potenziale energetico; ed è anche alcalina. In effetti, l’acqua è alcalina grazie alla carica negativa di tutti i suoi elettroni a differenza dell’acqua acida, che è sovraccarica di protoni dalla carica positiva. È l’attrazione esercitata dagli elettroni sui protoni che permette alle sostanze alcaline di tamponare, ossia neutralizzare le sostanze acide.

L’organismo umano possiede una rete di sistemi di controllo, il cui intervento simultaneo regola il flusso di energia, fortemente aiutato dall’assunzione di acqua energizzante, e di metaboliti, in modo da conservare immutato o quasi il suo equilibrio interno, indipendentemente dai cambiamenti di quello esterno. In queste situazioni è indicato bere almeno 50 ml/kg sul peso corporeo, e se si bevono 60 ml/kg sul peso corporeo al giorno Acqua neptune® si possono avere risultati in termini di energia e benessere a dire poco straordinari. Dalle nostre osservazioni, abbiamo notato che le persone che bevono almeno 50 ml/kg sul peso corporeo al giorno raggiungono più velocemente i risultati desiderati in termini di benessere ed energia.

Dopo aver bevuto per almeno due settimane la quantità indicata di Acqua neptune® a pH 8,5, bere almeno 50 ml/kg sul peso corporeo al giorno senza effetti indesiderati (con effetti indesiderati s’intende che non si sono riscontrati effetti secondari da depurazione), è possibile incrementare il livello di pH a 9,0, e continuate a bere la quantità consigliata. Dopo aver bevuto la quantità indicata di Acqua neptune® a pH 9,0 (ancora una volta questo significa che non si è riscontrato alcun effetto indesiderato da depurazione mentre si consuma acqua alcalina, al di fuori delle frequenti orinazioni si può scegliere di incrementare il livello di pH fino a 9,5.

error: Content is protected !!